Home / News / ANCI: No nuovi allevamenti cinghiali, emendamento eco collegato

ANCI: No nuovi allevamenti cinghiali, emendamento eco collegato

No a zone ripopolamento al di fuori delle aree protette

(DIRE) Roma, 19 ott. – “Riaffermare nel Collegato ambientale i principi della legge 157 sulla caccia: divieto di allevare e introdurre la specie cinghiale a fini venatori e di ripopolamento”: è questo il senso di un emendamento “che abbiamo presentato come Anci, a fronte di ulteriori emendamenti che invece adombrano la possibilità di dar vita a zone di ripopolamento per i cinghiali al di fuori delle aree protette. È evidente che siamo di fronte a un fenomeno di sovrappopolazione su tutto il territorio nazionale, e per questo non comprendiamo la ragione di prevedere nuovi allevamenti”.

È quanto afferma il coordinatore nazionale delle aree Protette dell’Anci, Massimo Depaoli.

“Oltre ai problemi di sovrappopolamento che verrebbero aggravati se questo emendamento passasse- aggiunge Depaoli- c’è anche la questione relativa agli oneri su controlli e cartellonistica, che verrebbero scaricati sugli enti locali”.

admin

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

FROSINONE – cerca URGENTEMENTE uno stallo – AIUTATECI!!!!!!!!!!!!!!

Simil bretoncina in strada ha partorito 5 cuccioli. Lei è giovanissima, questo ...