Home / News / Laurea in etica e diritti degli animali – Caporale: “Una tesi di laurea che fa riflettere”

Laurea in etica e diritti degli animali – Caporale: “Una tesi di laurea che fa riflettere”

Roma, 16 dicembre 2013 – L’Associazione “Animalisti Italiani Onlus” – www.animalisti.it – è lieta di annunciare che il 26 Novembre 2013, presso l’Università degli Studi Roma Tre, è stata conseguita una Laurea magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo, con una tesi intitolata “Etica e diritti degli animali”.

Matteo Spanò, questo è il nome del ragazzo che l’ha discussa, ha scelto di riportare e documentare la sua storia: quella di un cambiamento e di una presa di coscienza, un cambiamento avvenuto proprio in quest’ultimo anno con il passaggio al vegetarianesimo prima e al veganesimo poi; un cambiamento di abitudini simile ad una rinascita vera e propria.

L’amore per gli animali in tutte le sue infinite forme è stato messo nero su bianco: ripercorrendo le origini dell’etica animale la tesi racconta il relazionarsi dell’uomo con gli animali stessi, un rapporto d’amore e di rispetto che con il tempo è mutato al mutare delle civiltà, dei movimenti sociali, dell’avvento delle religioni e della modernizzazione.

Solo recentemente, dalla fine dell’800 e dagli inizi dello scorso secolo, si è manifestata una evoluzione significativa nel comportamento umano, metamorfosi motivata e guidata da esempi unici nel cammino dei nostri popoli, figure che hanno cambiato la storia e non possono essere dimenticate e tanto meno ignorante, come quella del Mahatma Gandhi e di M. L. King.

La nostra evoluzione tecnologica non può e non deve lasciare indietro la nostra anima, troppo spesso dimenticata e messa da parte. Teorie filosofiche animaliste come quelle dei pensatori Tom Regan e Peter Singer, ci aiutano a rimetterci sui binari di una “umanesimo collettivo”, che mette da parte l’individualismo e lo specismo che tutt’oggi rappresentano una palla legata ai nostri piedi dall’alba dei tempi.

Serve il coraggio di cambiare, di ribellarsi, e perché no, di infrangere le regole se necessario. Tutti i cambiamenti, tutte le rivoluzioni, tutti i miglioramenti del genere umano passano per singolarità, persone spesso definite “pazzi”, o “esuberanti”. Sono quei folli, quei pochi coraggiosi, gli individui ai quali oggi dobbiamo la nostra libertà.

Gli animali si possono difendere nella vita di tutti i giorni, come si difendono le idee più profonde e gli affetti più cari, e lo si può fare scrivendone e parlandone, e perché no, facendolo negli ambienti accademici, coinvolgendo i giovani e alimentando la fiamma della speranza, la speranza di un mondo migliore, sensibile e rispettoso, nei rapporti intraumani e con gli animali.

Un 110 e lode che fa sorridere, perché forse non cambia nulla, ma dimostra che ovunque c’è chi si impegna per difendere i diritti degli indifesi, degli ultimi tra gli ultimi.

Nelle parole di Walter Caporale, Presidente dell’Associazione Animalisti Italiani Onlus, “Tutti noi possiamo contribuire nel nostro piccolo, ed essere degli eroi giorno per giorno. Che se ne parli allora. Servono esempi, servono consigli e servono delle guide. Questo è un piccolo contributo che sommato a tanti altri alimenta il vento di cambiamento che soffia ogni giorno più forte”.

admin

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

FROSINONE – cerca URGENTEMENTE uno stallo – AIUTATECI!!!!!!!!!!!!!!

Simil bretoncina in strada ha partorito 5 cuccioli. Lei è giovanissima, questo ...