Home / News / LAV, ecco le proposte per una Pasqua cruelty free

LAV, ecco le proposte per una Pasqua cruelty free

(DIRE) Roma, 14 mar. – Il Menu Lav per celebrare la Pasqua si ispira quest’anno alla tradizione regionale italiana e vuole essere un’alternativa cruelty-free, facile e gustosa, alle tavole imbandite con pietanze a base di carne. Ideato dallo chef Martino Beria- fondatore del portale di ricette e articoli www.lacucinavegetariana.it, che vuole diffondere un tipo di cucina vegan facile e accessibile a tutti- il menu prevede un classico della cucina italiana, le amatissime olive ascolane, con un ripieno appetitoso e tutto vegetale, seguite da penne con cicoria su fonduta di ceci e spiedini di soia caramellati, per concludere con una leggera e profumata pastiera napoletana, senza ingredienti di origine animale. “La cucina vegan non ha nulla da invidiare alla cucina tradizionale, e l’aumento di quanti decidono di seguire questo tipo di alimentazione- confermato anche da Eurispes nel Rapporto Italia 2016 che quantifica i vegani nell’1% della popolazione- è un chiaro segnale dell’accresciuta consapevolezza rispetto a cio’ che mettiamo nel piatto”, afferma Paola Segurini. Una consapevolezza che, almeno rispetto al consumo di agnelli e capretti, ha una forte componente empatica. Ne è una prova il drastico calo dei consumi della carne proveniente da questi animali: se nel corso del 2010 gli agnelli e i capretti macellati in Italia erano stati 4.834.473, nel 2015 ne sono stati macellati 2.353.817 (Fonte: Istat): ben il 51% in meno in sei anni. Ancora troppi, pero’, gli agnelli e i capretti che vengono uccisi nel periodo pasquale.
Così in un comunicato la Lav.
Ogni anno, purtroppo, sono più di 400 mila gli animali macellati, in contrasto con la resurrezione che questa festa rappresenta. Empatia e compassione nei confronti degli animali, invece, concordano con il sentimento religioso della Pasqua, ne è la prova l’episodio della vita di San Francesco d’Assisi (Vita Prima)- modello ispiratore dell’attuale pontefice- che lo vede barattare il suo mantello con due agnellini, piuttosto che permettere al pastore di condurre le bestiole al mercato per essere abbattute e mangiate. “Noi continueremo la nostra opera di sensibilizzazione affinché si raggiunga la quota zero di animali macellati, sostenuti anche dal fiorire di realtà che offrono alternative 100% vegetali, gustose e nutrizionalmente bilanciate, e che ci permettono di festeggiare una Pasqua vivace e Buona con tutti”, conclude Paola Segurini.
Oltre alle ricette del Menu di Pasqua, sul sito www.cambiamenu.it la Lav propone centinaia di ricette di piatti vegan prelibati (http://www.cambiamenu.it/ricette), e una sezione che raccoglie le segnalazioni dei ristoranti che propongono menu 100% veg (http://www.cambiamenu.it/ristoranti), conclude la Lav.

Please follow and like us:

admin

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

FROSINONE – cerca URGENTEMENTE uno stallo – AIUTATECI!!!!!!!!!!!!!!

Simil bretoncina in strada ha partorito 5 cuccioli. Lei è giovanissima, questo ...