Home / News / LAV: FIRMATA NUOVA ORDINANZA MINISTERIALE SU BOCCONI AVVELENATI

LAV: FIRMATA NUOVA ORDINANZA MINISTERIALE SU BOCCONI AVVELENATI

Dal 18 luglio 2016 di nuovo in vigore le positive disposizioni dell’Ordinanza “Norme sul divieto di utilizzo e detenzione di esche o bocconi avvelenati” firmata dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, un atto indispensabile per la tutela degli animali e della salute pubblica considerato come i bocconi killer continuino a uccidere da nord a sud Italia e non risparmino ne’ animali domestici ne’ selvatici, rappresentando un serio pericolo anche per la popolazione umana, in particolare per i bambini, e per l’ambiente. Il provvedimento, che giunge a 5 mesi dalla scadenza della precedente Ordinanza, conferma le misure di salvaguardia e prevenzione contenute nel testo precedente, e il meccanismo virtuoso che ha instaurato tra tutti i soggetti coinvolti. Confermata quindi la definizione di esca o boccone avvelenato, che non e’ circoscritta a preparati contenenti sostanze nocive o tossiche ma comprende anche quelli contenenti vetri, plastiche e metalli o materiale esplodente.

Confermato il ruolo del medico veterinario, che in presenza di sospetto avvelenamento dovra’ darne immediata comunicazione al sindaco, al servizio veterinario dell’azienda sanitaria locale e all’Istituto zooprofilattico sperimentale territorialmente competente. Ribadito il ruolo del Sindaco che, ricevuta la comunicazione, dovra’ avviare immediatamente un’indagine. Mantenuti anche i compiti degli Istituti Zooprofilattici, che devono provvedere alla necroscopia dell’animale deceduto e analizzare le esche e bocconi sospetti, e il ruolo delle Prefetture, che devono istituire un tavolo per coordinare gli interventi e monitorare il fenomeno.

admin

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

FROSINONE – cerca URGENTEMENTE uno stallo – AIUTATECI!!!!!!!!!!!!!!

Simil bretoncina in strada ha partorito 5 cuccioli. Lei è giovanissima, questo ...