Home / News / ROMA: Centinaia di animalisti alla SIRENATA anticaccia

ROMA: Centinaia di animalisti alla SIRENATA anticaccia

COMUNICATO STAMPA

ROMA: CENTINAIA DI ANIMALISTI ALLA SIRENATA ANTICACCIA.

MIGLIAIA DI BOSSOLI! DECINE DI ANIMALI SALVATI.

AZIONE DI DISTURBO AI CACCIATORI.

STAGIONE VENATORIA 2013/2014 – 55 MORTI – 78 FERITI

DECINE DI MILIONI DI EURO DI SOLDI PUBBLICI SPESI PER UN’ATTIVITA NON VOLUTA DALL’88% DEGLI ITALIANI.

Roma, 25 gennaio 2014 – Centinaia di animalisti – www.animalisti.it – hanno presidiato le campagne romane. Obiettivo: Salvare la vita a decine di uccelli e mammiferi ancora prede dei cacciatori fino al prossimo 30 gennaio. Fischietti, trombe, musica, fisarmonica per impedire ai cacciatori di Roma Sud, di uccidere. Polemiche, ma anche brindisi finale, sotto il Palazzo della Regione Lazio, per festeggiare l’imminente chiusura della stagione venatoria.

Al Governatore Zingaretti sono stati consegnati centinaia di bossoli abbandonati dai cacciatori. La legge 157/92 prevede espressamente all’articolo 13 comma 3. <<I bossoli delle cartucce devono essere recuperati dal cacciatore e non lasciati sul luogo di caccia>>.

La manifestazione è stata organizzata dall’Associazione “Animalisti Italiani Onlus”, insieme a LAC, LAV Roma, OIPA con l’adesione di Earth, Partito Animalista Europeo, Roma for animals, FederFIDA, Aida&a, AVA, Alfa e gli Irriducibili Toscani.

Una giornata per ricordare i numeri della Caccia in Italia.

  • l’88% degli italiani è contraria alla caccia – Rapporto Eurispes (2013).

  • 800.000 cacciatori e 800.000 bracconieri (cacciatori non in regola).

  • 55 morti e 87 feriti stagione venatoria 2013/2014 (5 mesi circa) – Mancano pochi giorni alla chiusura e quest’anno a causa della caccia sono morte per incidenti di varia natura e malori durante le battute di caccia 55 persone (53 cacciatori – 2 non cacciatori), 78 feriti più o meno gravi (65 cacciatori, 13 non cacciatori).

  • 500 milioni di cartucce sparate. Decine di tonnellate di piombo nell’ambiente

  • 100 milioni di animali uccisi e tra questi si annovera la PERDITA DI SPECIE PROTETTE ogni anno a causa della caccia sono abbattuti (per errore?) numerosi animali protetti (lupi, aironi, rapaci diurni e notturni, orsi, linci) un patrimonio inestimabile.

  • Decine di milioni di euro di soldi pubblici spesi per: ripopolamenti di selvaggina, danni dei cinghiali non più autoctoni e importati in Italia per l’attività ludica dei cacciatori, il costo degli uffici caccia delle Regioni e delle Province, spese di avvocatura verso i ricorsi per calendari Venatori illegittimi, perdita di fauna selvatica protetta e conseguenti multe per infrazioni delle direttive europee, ecc.

Uno sperpero di soldi e una strage di persone e animali possibili solo grazie all’inerzia della politica che non aumenta i controlli e che al contrario è ostaggio delle Lobby delle armi che ottengono ogni anno, dalle Regioni, Calendari Venatori che permettono ai cacciatori di fare ciò che vogliono. Regioni che non rispettano le leggi, approvano Calendari Venatori al limite dei tempi per impedire che i ricorsi al TAR delle Associazioni animaliste possano “compromettere” le stragi di animali promesse ai cacciatori.

Oggi rivolgiamo un appello alle Regioni: non chiedere la proroga della stagione venatoria al 10 febbraio. Siamo fuori tempo massimo per i ricorsi al TAR, pena l’occupazione degli uffici caccia e la richiesta di mandare tutti a casa. Una spesa pubblica che l’88% degli italiani paga per un servizio non voluto. 

IN ALLEGATO DOSSIER CACCIA E COMUNICATO

FOTO E VIDEO DELLA SIRENATA E DELLA CONFERENZA STAMPA NEL POMERIGGIO

Marialucia Santarelli
Ufficio Stampa – Comunicazione – Rapporti Istituzionali
Associazione “Animalisti Italiani Onlus”
Via Tommaso Inghirami,82 – 00179 ROMA
Tel. 06 78 04 171 –
 Per giornalisti  338.3941298

www.animalisti.it – www.gattoconglistivali.it

admin

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

FROSINONE – cerca URGENTEMENTE uno stallo – AIUTATECI!!!!!!!!!!!!!!

Simil bretoncina in strada ha partorito 5 cuccioli. Lei è giovanissima, questo ...